Statistiche: cosa abbiamo studiato

14 lauree triennali, 15 magistrali e 1 solo Dottorato di ricerca. Per quanto riguarda il livello di formazione vige un sostanziale equilibrio, rotto verso l’alto da un unico outlier.

Al contrario le aree di formazione parlano di un quadro molto più variegato. Come prevedibile, prevale il retroterra umanistico. Soltanto uno dei trenta, laureato in ecologia, proviene dal mondo scientifico in senso stretto.

Degli altri 29, più di un terzo hanno studiato lettere – antiche, moderne, o straniere. Segno che imparare a scrivere negli anni universitari rappresenta ancora oggi un gran bel vantaggio nel rapportarsi alla prova di selezione. Sono sei i laureati in comunicazione, un quinto del totale, a dimostrazione del fatto che la coerenza paga: se terminato il liceo la scuola di giornalismo è un obiettivo certo, questo percorso di studi resta tra quelli più indicati. Al terzo posto, con quattro laureati le Scienze Politiche. E a seguire, con due praticanti ciascuno, Storia, Giurisprudenza ed Economia. Insieme all’unico scienziato, le altre due mosche bianche della classe sono il sociologo e il filosofo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: